In programma a Napoli dal 27 al 29 ottobre durante la Settimana Europea della Sicurezza sui Luoghi di Lavoro, il CSRMed torna di nuovo in presenza e in diretta streaming dopo la versione solo digital dell’edizione 2020.

Una tre giorni di convegni, workshop e tavole rotonde per promuovere la responsabilità sociale di tutte le organizzazioni come leva necessaria allo sviluppo sostenibile di imprese e territori nell’area mediterranea;  il più qualificato palcoscenico per i protagonisti della CSR, con il collaudato format lanciato nel 2012 che ha reso unica questa manifestazione nel Centro-Sud Italia, grazie all’abbinamento fra le esperienze di concreta implementazione della responsabilità sociale e gli aspetti culturali e divulgativi di un diverso modello di sviluppo del territorio.

Location di elezione il MANN, Museo Archeologico Nazionale di Napoli, luogo simbolo della collaborazione tra istituzioni, imprese e 3°Settore per la crescita culturale, imprenditoriale e turistica del nostro territorio.

3 giorni, 30 appuntamenti, +150 relatori coinvolti, 5 call to action, 2 progetti speciali


Il GRUPPO PROMOTORE

Ideato e realizzato da Intramedia srl, la tre giorni è promossa da Spazio alla Responsabilità, associazione accreditata tra i Partecipant al Global Compact, in collaborazione con il MANN- Museo Archeologico Nazionale di Napoli,  l’INAIL Direzione regionale Campania, la Regione Campania Assessorato alla Legalità e Sviluppo Campania, con la Partnership scientifica del Consorzio Promos Ricerche, il Dipartimento di Economia Management e Istituzioni dell’Università degli Studi di Napoli Federico II, l’Università degli Studi di Napoli Suor Orsola Benincasa, l’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” e PwC Italy.

A completare il Gruppo Promotore: ANMIL Campania, Federmanager Napoli e Fondirigenti, il CSV Napoli, Confapi Campania, CNA Campania Nord, il Consorzio ASI Napoli, Cartesar-Formaperta-GreenerItalia e Pentapolis, da sempre tra i protagonisti dell’evento e Aderenti al CSRMed Forum, cui si aggiunge anche Confindustria Campania con la recente sottoscrizione della Carta di Napoli.

PARTNER: BPER – Banca Popolare dell’Emilia Romagna, Contital SpA – Gruppo Laminazione Sottile, ENERGAS.

CONTRIBUTORS: AeneaSpace, D’Avino Zucchero srl, LSM srl, Kimbo Spa, Ferrarelle SpA, Ranieri Impiantistica srl, Real Orto Botanico Hotel.

MEDIA PARTNER:  ANSA, Corriere del Mezzogiorno, Eco in Città e Retenews24.


OBIETTIVI E FINALITÀ DEL CSRMed

Tre giorni dedicati alle strategie, strumenti e opportunità per formare, finanziare, attrarre e premiare le imprese responsabili che creano valore per la comunità in cui operano.

Diffondere la cultura della responsabilità sociale come leva essenziale per lo sviluppo sostenibile nell’area Mediterranea. Un grande tavolo di lavoro per

•       costruire consapevolezza su vantaggi e ricadute

•       mettere in rete pubblico e privato, profit e no profit, e a fattor comune strategie e strumenti, esperienze e progetti

•       condividere i risultati delle iniziative lanciate nelle edizioni precedenti ed avviare nuove progettualità condivise tra gli stakeholder coinvolti capaci di innescare processi di innovazione responsabile in linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030.

Il Salone è occasione per aiutare le imprese a capire come generare valore aggiunto per sé ed il territorio in cui operano e pertanto coinvolge le diverse organizzazioni della società civile, tutte chiamate a dare il loro contributo per accelerare il cambiamento verso lo sviluppo sostenibile, con particolare attenzione, ora più che mai agli impatti sociali della transizione ecologica.

Come rappresentato nella Carta di Napoli, il manifesto programmatico lanciato nel 2016 alla Camera di Commercio di Napoli da Spazio alla Responsabilità, anche questa nona edizione del CSRMed è agganciata ai Sustainable Developement Goalsfissati dall’ONU nell’Agenda 2030, cui si ricollegano anche le 6 Missioni del PNRR, con particolare riferimento a quelli ritenuti prioritari per l’associazione:

SDGs n. 4, fornire un’educazione di qualità;

SDGs n. 8, incentivare una crescita economica ed un lavoro dignitoso per tutti;

SDGs n. 9, promuovere un’innovazione ed industrializzazione equa, responsabile e sostenibile;

SDGs n. 10, lotta alle disuguaglianze;

SDGs n. 12, garantire modelli sostenibili di produzione e di consumo;

SDGs n. 13, lotta al cambiamento climatico;

SDGs n. 17, partnership per gli obiettivi

Sul n. 17 “PARTNERSHIP FOR GOALS” si basa l’intero impianto della manifestazione, da sempre finalizzata a rafforzare il dialogo sociale su questi temi, promuovendo le buone pratiche, creando occasioni di confronto e di condivisione delle esperienze e mettendo in rete profit e no profit, pubblico e privato per stimolare ed avviare nuove collaborazioni, anche grazie alle call tio action presentate.  


LE CALL TO ACTION

  • Il Quartiere della Cultura
  • FARE PIAZZA AL FAITO
  • Inclusione sociale ex detenuti
  • Sviluppo sostenibile, imprese e giovani talenti
  • PRESS4SupplyChain

5 le linee di progetto proposte per attivare buone pratiche di responsabilità sociale, misurabili e codificabili in termini di impatti e ricadute, anche sotto forma di volontariato d’impresa, cui possono aderire le aziende che hanno assunto, o vogliano assumere, impegni concreti per lo sviluppo sostenibile. Con un doppio ritorno: poter inserire nei propri programmi e poi nel bilancio sociale azioni già predisposte in linea con l’Agenda 2030 ed avere parte attiva in progetti condivisi rivolti al territorio in ottica di Corporate Social Responsibility, a vantaggio di performance e reputazione.

  • il Quartiere della Cultura

Al progetto messo in campo dal Museo Archeologico Nazionale di Napoli nell’ambito del suo Piano strategico per il 2020/23, Spazio alla Responsabilità riserva un appuntamento dedicato, con il 16° Caffè della Responsabilità in programma il 27 pomeriggio, come occasione di confronto informale con i suoi destinatari per fare il punto sullo stato dell’arte, criticità e opportunità  e poi ragionare insieme con il mondo imprenditoriale e del 3°Settore su possibili azioni di supporto in ottica di CSR, secondo due linee di intervento: mettendo a disposizione risorse e relazioni, oppure conoscenze e competenze grazie al know how dei propri manager e funzionari.

A dare il senso di questo 16° Caffè della Responsabilità, nel suo format informale che trae spunto dalla visione olivettiana per stimolare il dibattito sui temi della gestione responsabile e sostenibile dell’impresa e della sua partecipazione alle dinamiche di sviluppo del territorio, la frase di Adriano Olivetti, tratta da “Città dell’uomo”, Edizioni di Comunità, Milano 1959, nel suo discorso di per l’inaugurazione dello stabilimento di Pozzuoli, 23 aprile 1955: “Ora che la fabbrica è compiuta spetta a noi dirigenti la responsabilità di renderla partecipe della vita del luogo, che trarrà dal nostro progresso alimento economico e incentivo di elevamento sociale”.

  • FARE PIAZZA AL FAITO

Il progetto «FARE PIAZZA AL FAITO» costituisce una importante iniziativa lanciata nel 2019 dal COMITATO “FA.RE. ONLUS” che  intende realizzare a Monte Faito una “Piazza” attiva, dinamica che consenta di far vivere la montagna con continuità durante tutto l’anno. Un progetto ambizioso che ha già dato i suoi primi frutti e che ha in previsione un articolato programma per la riqualificazione territoriale e lo sviluppo dell’intero territorio montano da realizzare  accedendo ai finanziamenti erogati a livello europeo, nazionale e regionale e con il coinvolgimento degli stakeholder interessati a sostenerne le finalità con azioni ed iniziative a vario livello. Al progetto è dedicata la TAVOLA ROTONTA del 29 mattina, promossa da Spazio alla Responsabilità e dal Comitato Fare in collaborazione con il Dipartimento di Economia e Management – DEMI Federico II e la partecipazione del FAI Campania, di Legambiente Campania e Cittadinanzattiva Campania.

  • Inclusione sociale ex detenuti

Al progetto “Innovazione sociale dei servizi di reinserimento delle persone in esecuzione penale esterna e in uscita dal circuito penitenziario”, portando avanti dall’Ente capofila Eitd srl e gli enti partner Apl Lavoro srl, Associazione Centro Studi Ist. E Form., Leader Società Cooperativa Consortile, Istituto Pilota, Consorzio Mestieri Sicilia coop. Sociale, per conto del Ministero della Giustizia nelle Regioni Campania, Calabria, Sicilia, Puglia e Basilicata, è dedicata la sessione del 28 mattina con l’obiettivo di coinvolgere il mondo delle istituzioni e delle imprese per agevolare l’inserimento socio – lavorativo di persone in fase di uscita o usciti dai circuiti penali nelle regioni indicate, tramite tirocini formativi, azioni di orientamento, tutoraggio e formazione.

Alla tavola rotonda seguirà nel pomeriggio un momento più operativo di raccordo con i referenti di progetto e gli stakeholders coinvolti a livello locale e interregionale per attività di monitoraggio e di verifica sull’esecuzione del piano di lavoro.

  • Sviluppo sostenibile, imprese e giovani talenti

Al tema delle nuove competenze ed alla opportunità di agevolare l’inserimento di giovani talenti nelle aziende per sviluppare progetti di CSR e Sostenibilità è dedicata la sessione del 29 pomeriggio, conla presentazione degli studenti e delle aziende che hanno condiviso i  percorsi già realizzati ed il coinvolgimento di altre imprese interessate a parteciparvi. 4 i progetti formativi presentati:

  • La prossima edizione CAFFE, Corso di Alta Formazione in Finanza Etica del DEMI Federico II
  • il 2° Corso di alta formazione ESPERTO CSR promosso dal Consorzio Promos Ricerche, Intramedia e Spazio alla Responsabilità, con la collaborazione di Federmanager Napoli, il DEMI Federico II e PwC Italy,
  • L’esperienza dell’Academy di Laminazione Sottile Group
  • Il Corso di laurea magistrale in Economia, Management e Sostenibilità e le esperienze di tirocinio formativo dell’Università Suor Orsola Benincasa

Sempre al tema delle competenze è dedicata invece la sessione promossa Federmanager e Fondirigenti, il Fondo interprofessionale per la formazione continua dei dirigenti, in programma il 27 ottobre ore 15:30 – 16.30 in Auditorium e dal titolo PNRR, risorse e nuove competenze per lo sviluppo competitivo delle imprese. Digitalizzazione e innovazione, transizione ecologica e inclusione sociale sono tra i pilastri del Piano nazionale Ripresa e Resilienza che, con fondi stanziati pari a quasi 200 miliardi di euro ed in parte finanziati dall’Unione europea nell’ambito del programma Next Generation EU. Un piano ambizioso che coinvolge tutto il mondo imprenditoriale chiamato ad affrontare importanti sfide in termini di cambiamento culturale ed organizzativo per rafforzare la competitività soprattutto sugli scenari internazionali. Per rispondere a tali esigenze servono nuove competenze in grado di innovare i modelli di business e di gestione dell’impresa nella necessità di conciliare la sostenibilità economica con quella sociale ed ambientale, a vantaggio di tutti gli stakeholder. Federmanager e Fondirigenti hanno messo in campo visioni, programmi e progetti utili ad accompagnare imprenditori e manager con piani di formazione continua per accrescere le competenze e adeguarle alle sfide della concorrenza globale.

  • PRESS4SupplyChain

Lanciato nell’edizione 2018 del CSRMed, il progetto è dedicato ai big player del nostro territorio ed alle loro catene di fornitura, che com’è noto, portano in sé rischi e opportunità per lo sviluppo di imprese e territori. Con un video talk dedicato, nella formula dei CSR Matching, si confronteranno le aziende che sono già state accompagnate nell’ottenimento di rating ESG, a partire dal rating di legalità, e nella rilettura delle dinamiche aziendali in chiave di Agenda 2030, per far evolvere le buone pratiche in obiettivi di miglioramento delle performance ESG – Enviromentl, Social e di buona Governance. Poi l’attività guarda ai fornitori per allinearli sugli obiettivi di sostenibilità del committente, trasformando la relazione commerciale in una vera “partnership for goals”.


TEMI PORTANTI E PROGRAMMA

SETTIMANA EUROPEA DELLA SALUTE E SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO

Anche questa 9° edizione si tiene durante la Settimana Europea della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro, promossa dall’EU-OSHA che dedica l’attuale campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri ai disturbi muscolo-scheletrici. Con 5 appuntamenti, realizzati durante la tre giorni in collaborazione con INAIL Direzione regionale Campania da sempre Main Partner dell’evento e l’ANMIL, il CSRMed è accreditato nella rete dei Partner e degli eventi che ne supportano la promozione.

27/10 ore 9.30 | Auditorium | Conferenza di apertura dedicata agli obiettivi della Campagna Europea e di presentazione delle risorse messe a disposizione per tutelare persone e lavoratori e promuovere la cultura della prevenzione. Una vera e propria emergenza alla luce degli ultimi dati sugli incidenti mortali che impone un’azione seria e concreta per puntare all’obiettivo ZERO MORTI SUL LAVORO posto dal nuovo Quadro strategico in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro 2021-2027 adottati dall’Unione Europea e dall’EU-OSHA.

27/10 ore 14.00 | Auditorium  | Seminario su “Robotica collaborativa tra prevenzione e riabilitazione, Stato dell’arte e ricadute sui lavoratori”

27/10 ore 17.00 | Sala CSRLAb | Salute e Sicurezza, INAIL incontra gli studenti

28/10 ore 15.30 | Sala CSR Meeting | “Volontariato sicuro” i risultati ad un anno dal lancio del progetto realizzato da INAIL Direzione regionale Campania con il CSVNapoli

29/10 ore 15.00 | Sala CSR Meeting |“ La Scuola della Testimonianza”, seminario organizzato dall’ANMIL

AGENDA 2030 E MEDITERRANEO

Come ormai di tradizione, Spazio alla Responsabilità organizza nella prima giornata della convention, il 27ottobre a partire dalle ore 11, una tavola rotonda per fare il punto sullo stato di attuazione dell’Agenda 2030, sulle opportunità e le sfide da affrontare in particolare nel Mediterraneo. Un’occasione di confronto alla luce del SDSN MED Report 2021 presentato dal Santa Chiara Lab e dei risultati che si avranno dall’European SDG Summit 2021 organizzato dal CSR Europe, con l’obiettivo generale di sensibilizzare il territorio e di stimolare la cooperazione multi-stakeholder al fine di consolidare il ruolo di protagonista di Napoli e della Campania nel processo di cambiamento verso un futuro sostenibile nell’area mediterranea.

La sessione è infatti occasione per lanciare l’appuntamento a ottobre 2022 con la realizzazione degli STATI GENERALI DELLA CSR NEL MEDITERRANEO, come da impegni presi con la Carta di Napoli, presentata nel 2016 e ad oggi sottoscritta da oltre 100 organizzazioni aderenti al CSRMed Forum.

LEGALITÀ E SICUREZZA

Nell’ambito del Progetto LOC – LEGALITA’ ORGANIZZATA IN CAMPANIA, POR CAMPANIA FSE 2014-2020 – ASSE II – OBIETTIVO SPECIFICO 11 – AZIONE 9.6.5, la Regione Campania Assessorato alla Legalità promuove due sessioni di confronto con gli stakeholder

28/10 ore 16.30 | Auditorium | BENI CONFISCATI E 3° SETTORE | tavola rotonda con il mondo delle associazioni e del volontariato sulle criticità ed opportunità legate ai progetti di valorizzazione dei BC, mettendo a confronto le migliori esperienze espresse sul territorio anche in termini di sviluppo di reti e filiere, al fine di rafforzare l’azione regionale a sostegno del 3° Settore nella gestione dei Beni Confiscati. Invitati a seguire i lavori: i Componenti Osservatorio Regionale Beni Confiscati; Commissione consiliare regionale Anticamorra; i comuni e le associazioni beneficiari dei finanziamenti in itinere della Regione Campania; il Coordinamento dei Centri di Servizio per il Volontariato CSVNet Campania ed il Forum Terzo Settore Campania.

29/10 ore 9.30 | Auditorium | Sicurezza e legalità nella percezione di imprese e territori tavola rotonda sulle azioni messe in campo sul territorio, alla luce del Protocollo sulla sicurezza sottoscritto con il Ministero dell’Interno per l’attuazione del Programma operativo nazionale sui temi della legalità, della sicurezza e dell’inclusione sociale in Campania, con il coinvolgimento dei Presidenti dei Consorzi ASI della Campania.

Al tema dei Beni Confiscati è dedicata invece un’intera giornata di lavori, il 28 ottobre, con l’innesto della FIERA dei BENI COMUNI, organizzata dalla Rete dei Beni Comuni del CSVNapoli, prevedendo prima un’attività laboratoriale con le Associazioni impegnate nella gestione di Beni Confiscati, poi una serie di video-talk per la narrazione e confronto tra esperienze e progettualità in corso, che saranno utilizzati a seguire per attività di promozione e di fundraising a sostegno delle diverse iniziative previste.

PNRR e TRANSIZIONE ECOLOGICA

Organizzate in collaborazione con i nostri Partner tre sono le sessioni in programma per affrontare il tema da più punti di vista, mettere a fattor comune esperienze e progettualità, spunti e riflessioni al fine di rafforzare la collaborazione tra operatori e filiere a vantaggio di imprese e territorio.

28/10 ore 16:00 – 17,30 | Auditorium | PNRR ed Economia circolare, le sfide legate ai rifiuti come risorsa ed il ruolo delle materie prime seconde.

Tavola rotonda promossa da Formaperta, GreenerItalia -100% Campania come occasione di confronto tra imprese e operatori di riferimento sugli obiettivi del PNRR in tema di contrasto al cambiamento climatico, alla luce dei risultati del Rapporto sull’Economia Circolare 2021 e delle azioni messe in campo dal MITE con la Strategia nazionale per l’Economia Circolare aggiornata a settembre scorso ed in consultazione fino al 30 novembre ed i decreti riportanti i criteri per accedere ad oltre 2 miliardi di euro stanziati per progetti relativi a raccolta differenziata, impianti di riciclo e iniziative “flagship” nelle filiere della carta e cartone, plastiche, RAEE, tessili.

29 ottobre ore 11:30-13:30 | Auditorium | Alluminio e Packaging sostenibile un binomio vincente per imprese e consumatori nel comparto alimentare.

Tavola rotonda promossa da Contital Srl – Laminazione Sottile Group per stimolare il confronto con gli operatori della filiera alimentare sulle opportunità di crescita legate alla soddisfazione delle esigenze ed aspettative di una nuova clientela sempre più attenta ai temi della sostenibilità e nel contempo sul loro ruolo di “influencer” verso nuovi modelli di consumo e di produzione più consapevoli e rispettosi dell’ambiente, in linea con gli Obiettivi di sostenibilità dettati dall’Agenda 2030 e recepiti dal PNRR, con particolare riferimento al n.12 e n.13.

FINANZA SOSTENIBILE E INVESTIMENTI RESPONSABILI

In linea con la precedente edizione, anche quest’anno il programma dell’evento vede un’occasione di dibattito e riflessione sul ruolo del modo finanziario e sugli strumenti messi in campo per affrontare le sfide del cambiamento verso un modello di sviluppo economico che sappia tutelare le persone e l’ambiente. La Tavola rotonda è promossa da BPER in collaborazione con il DEMi-Dipartimento di Economia e Management dell’Università di Napoli Federico II, sul ruolo dei criteri ESG e dei rating di sostenibilità nell’orientare il mercato dei capitali verso imprese, progetti e programmi che sostengono e favoriscono la transizione ecologica, in linea con gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030. La sessione sarà occasione per dare un quadro aggiornato sull’evoluzione della normativa di riferimento e su rischi ed opportunità per le imprese chiamate a misurare e poi rendicontare le loro performance ambientali, sociali e di buona governance, a vantaggio della loro affidabilità nella valutazione da parte di clienti, finanziatori ed altri stakeholder.

VERSO PROCIDA, CAPITALE ITALIANA DELLA CULTURA 2022, TRA INNOVAZIONE E SOSTENIBILITÀ

Sessione organizzata in collaborazione con Pentapolis, in programma il 27 ottobre in Auditorium dalle 14.30 alle 16.00, dedicata a Procida come prossima Capitale Italiana della Cultura, “l’isola che non isola, esemplare di dinamiche relazionali, di pratiche di inclusione nonché di cura dei beni naturali. Procida è aperta. Procida è laboratorio culturale di felicità sociale. Un’occasione per fare il punto sulla grande sfida, gli obiettivi e le finalità raccontate dal Direttore del Comitato Promotore della Candidatura accogliendo gli spunti ed i suggerimenti della coordinatrice del successo della città di Parma “Capitale uscente”. Un tavola rotonda che si avvale del contributo di esperti  che a vario titolo sono impegnati nel promuovere nuovi modelli di collaborazione a sostegno del territorio.

COMUNICAZIONE E SOSTENIBILITÀ

Seminario, in programma il 28 ottobre mattina nelle sale al 3° piano, promosso da Spazio alla Responsabilità in collaborazione il Corriere del Mezzogiorno e l’Ordine dei Giornalisti della Campania dedicato al binomio tra comunicazione e sostenibilità letto sia dal punto di vista giornalistico rispetto ai nuovi modelli di racconto della realtà, sia dal punto di vista aziendale come esigenza di dare valore agli impegni ed alle azioni messe in campo dalle imprese. Entrambi accomunati dal dovere di dare una corretta informazione a tutela di chiunque ne sia il destinatario. Ospite d’onoren Cesare Lanza, giornalista e fondatore del Premio Socrate per la Meritocrazia.

SOSTENIBILITÀ E CONSAPEVOLEZZA SOCIALE, STRUMENTI E PRATICHE NELLA RICERCA E NELLA FORMAZIONE. Casi studio nell’Architettura, nel Design e nella Moda.

L’agenda 2030 delle Nazioni Unite rappresenta un documento di orientamento anche per l’aggiornamento dei contenuti nella formazione e nella ricerca. A raccontarlo il 28 ottobre, il Dipartimento di Architettura e Disegno Industriale dell’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli con il progetto “Offina Vanvitelli“.  I contenuti fanno riferimento ai seguenti obiettivi: 7 Parità di genere, 8 Crescita economica inclusiva, 9 Innovazione nelle imprese e infrastrutture, 11 Città e comunità sostenibili, 12 Consumo e produzione responsabili, 15 Vita sulla terra.

IL VALORE DELLA DIVERSITÀ E DELLE PARI OPPORTUNITÀ PER LO SVILUPPO SOSTENIBILE DI IMPRESE E TERRITORI

Tavola rotonda organizzata da Spazio alla Responsabilità, in programma il 29 ottobre mattina nelle sale al 3° piano del MANN, per promuovere lo sviluppo di una cultura collettiva e poi d’impresa fondata sul rispetto e sulla valorizzazione della diversità che, in tutte le sue forme e manifestazioni, è da considerarsi una delle più grandi risorse per creare valore sociale, fattore coesivo di qualsiasi organizzazione e vantaggio competitivo per l’impresa. Una diversa visione contro qualsiasi forma di discriminazione che vede nel concetto di empowering people la leva per liberare e dare massima espressione al potenziale di ciascuno, attraverso la possibilità di essere migliore dando il meglio di sé, favorendo nel contempo la riduzione di situazioni di fragilità individuale.


PROGETTI SPECIALI

LA TOP 30 SOSTENIBILITÀ

Presentazione dei risultati della Ricerca su CSR e Volontariato d’impresa, sostenuta dal CSV Napoli e realizzata dal Consorzio Promos Ricerche in collaborazione con Spazio alla Responsabilità. Condotta su un ampio campione di imprese e organizzazioni del 3° Settore ubicate nella città metropolitana di Napoli, la ricerca individua le aziende Top 30 Sostenibilità e le buone pratiche messe in campo nel rapporto con il mondo no profit in ottica di Responsabilità Sociale Condivisa. A queste ed altre significative esperienze sarà conferito il riconoscimento di CSRMed Ambassador.

I CSRMed AMBASSADOR

Promossa da Spazio alla Responsabilità, l’iniziativa legata al conferimento del titolo di CSRMed AMBASSADOR – Ambasciatore della Responsabilità Sociale nel Mediterraneo, nasce con l’obiettivo di promuovere e dare visibilità alle imprese ed alle buone pratiche di responsabilità sociale, perché capaci di partecipare attivamente alle dinamiche di sviluppo del territorio in cui operano, affinché possano essere esempio e testimoni dei ritorni ed i vantaggi di una gestione responsabile dell’impresa, ancor di più oggi alla luce delle linee fissate dalla Commissione Europea e dal programma Next Generation EU, da cui deriva il PNRR del Governo Italiano.

Un riconoscimento che è anche una dichiarazione d’impegno dell’Ambassador a diventare, in modo più consapevole e strutturato, portatore sano della cultura della Responsabilità sociale, partecipando alle iniziative di promozione culturale ed allo sviluppo di azioni ad elevata ricaduta sul territorio, in linea con gli obietti di sostenibilità dell’Agenda 2030, in programma il 29 ottobre a partire dalle ore 17.30.